fatti di notizie

La flat tax per i professionisti e il credito fiscale per le donne al Sud. Ecco le (nuove) proposte di Fi

by

La flat tax? Cominciamo dalle partite Iva? E per l’occupazione? Bisogna partire da quella femminile al Sud. Sono le due proposte targate Forza Italia, di cui è promotrice la vicepresidente della Camera Mara Carfagna, che già depositate come proposte di legge saranno ora trasformate in emendamenti al decreto dignità. “La linea che stiamo seguendo, come gruppi parlamentari, è quella di presentare proposte di legge che attuino il programma di centrodestra condiviso che ha fatto vincere la coalizione alle ultime elezioni con il 37% dei voti”, anticipa Renato Brunetta.

E’ lui ad annunciare che la prossima settimana i “gruppi parlamentari di Forza Italia di Camera e Senato, presieduti da Mariastella Gelmini e Anna Maria Bernini, presenteranno la proposta di legge di Forza Italia che realizza il primo punto del programma di centrodestra che ha vinto le elezioni, la flat tax.

“Prevediamo un regime forfettario per i liberi professionisti che porti la soglia per beneficiarne da 30 mila a 50 mila euro di reddito annuo (con un’ulteriore fascia di uscita graduale fino a 55 mila euro) e una tassazione agevolata al 15%”, ha spiegato Carfagna, affiancata da Mariastella Gelmini, Andrea Mandelli e Giorgio Mulè. La proposta secondo Fi si rivolge ad almeno un milione di autonomi, giovani professionisti, freelance, definiti “imprenditori di se stessi”. Per le donne, invece, l’idea è che per ogni nuova assunzione nelle Regioni del Sud, definite “svantaggiate”, l’impresa riceva un credito fiscale pari all’Irpef calcolato sul contratto delle lavoratrici aggiuntive. “Facciamo un appello agli amici della Lega e alla maggioranza perchè prendano in considerazione le proposte”, ha concluso Gelmini.

 

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Latest from Home

Go to Top