fatti di notizie

Telecamere negli asili (e negli ospizi): Fi torna alla carica. La proposta di legge Calabria

by

L’ultimo caso in provincia di Varese. In un asilo i carabinieri hanno beccato – grazie alle telecamere, 25 secondi di filmato – la titolare  e una educatrice di un asilo in provincia di Varese che maltrattavano dei bambini. Sono state state fermate e sottoposte l’una a custodia cautelare ai domiciliari e la seconda ad obbligo si firma per maltrattamenti sui bimbi dei quali si sarebbero dovute prendere cura.

Mentre le forze dell’ordine intervenivano Forza Italia stava ripresentando al Camera dei deputati la sua “storica” proposta di legge sulla videosorveglianza in asili e case di cura per tutelare bambini e anziani malati.

La proposta di legge era già stata approvata nella scorsa legislatura, ma solo alla Camera. Il testo prevede che gli asili nido e le scuole dell’infanzia (statali, comunali e paritarie), così come le strutture socio-sanitarie (convenzionate o no con il servizio sanitario nazionale) e quelle a carattere residenziale o semiresidenziale gestite direttamente dalle aziende sanitarie locali possano dotarsi di un sistema di videosorveglianza costituito da telecamere a circuito chiuso con immagini criptate e visionabili esclusivamente dalle Forze di polizia a seguito di denuncia di reato presentata alla competente autorità.

L’effetto, insomma, è soprattutto quello della deterrenza. “L’Italia non si ferma per i veti che impediscono la formazione del governo: Forza Italia sta già lavorando, con concretezza, per migliorare la qualità della vita delle persone, per prevenire e contrastare le condotte di maltrattamenti e abusi a danno di chi è più debole”, ha spiegato Annagrazia Calabria, deputata e prima firmataria della proposta, durante la conferenza stampa di presentazione.

“La mia proposta di legge per introdurre sistemi di videosorveglianza all’interno di asili nido, scuole per l’infanzia e strutture socio-assistenziali per anziani e disabili va in questa direzione: non si tratta di una semplice iniziativa parlamentare, non è ordinaria battaglia politica, è piuttosto una battaglia di civiltà, di responsabilità nei confronti di chi non è in grado di difendersi da solo”, ha aggiunto la leader dei giovani azzurri, che ha conquistato l’unico collegio uninominale per il centrodestra nella città di Roma.

“Troppi casi di cronaca, anche recentissimi, parlano di maltrattamenti verso chi non può difendersi.

Questo deve spingere il legislatore ad agire per tutelare i più deboli e le loro famiglie mettendo al centro la persona e la sua dignità.

Questo è il significato più profondo della azione politica di Forza Italia, la sua identità più vera. Sappiamo che è necessario contemperare diversi interessi che riguardano anche la tutela della riservatezza di chi lavora negli ambienti sottoposti al controllo. La proposta di legge costituisce un punto di equilibrio. Importante è anche la previsione di una delega al governo per la formazione del personale e i requisiti di idoneità a svolgere determinati ruoli”, ha concluso Calabria.

A spingere perché si possa presto passare alla discussione e all’approvazione della legge è un’altra donna, la senatrice Gabriella Giammanco. Portavoce degli azzurri in Sicilia, si occupa dell’argomento da tempo.

“Dal 2008 mi batto per questa causa: è una proposta che ho presentato in tempi non sospetti, quando ancora i casi di maltrattamento in questi contesti non erano all’ordine del giorno. Oggi il problema si è trasformato in una vera e propria emergenza sociale a cui il legislatore deve dare delle risposte”, ha spiegato Giammanco. “Mi auguro che il Parlamento possa presto iniziare a lavorare e inserisca nell’agenda delle sue priorità la mia proposta di legge per l’introduzione delle telecamere in asili nido e strutture socio-assistenziali per anziani e disabili”, ha concluso. Al tavolo erano presenti anche la capogruppo azzurro Mariastella Gelmini e Giorgio Mulè, fresco di nomina a portavoce dei gruppi parlamentari di Forza Italia. “La proposta di legge presentata dalla collega Annagrazia Calabria alla Camera e da Gabriella Giammanco al Senato sulla videosorveglianza negli asili nido è un provvedimento importante per Forza Italia e per il Paese”, ha concluso  Gelmini.

 

Di Redazione

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Latest from Uncategorized

Go to Top