fatti di notizie

La Camera è (finalmente) al lavoro. Come prima mossa acquista 10 droni militari (e l’M5s dice sì)

by

Ci sono voluti 44 giorni, ma la Camera dei deputati ha cominciato a lavorare. In assenza di una maggioranza chiara e definita e che quindi possano formarsi le commissioni parlamentari, al lavoro c’è solo la cosiddetta Commissione Speciale. I lavori sono partiti oggi, appena prima che Paolo Gentiloni venisse a riferire sulla Siria. All’ordine del giorno della prima riunione l’esame dello schema di decreto ministeriale che approva un programma per l’acquisto di droni a scopo militare. Il decreto fa parte del programma pluriennale della Difesa di cui è relatore il deputato pentastellato Davide Crippa. Il decreto prevede l’acquisizione entro il 2032 di dieci “sistemi di aeromobili a pilotaggio remoto” della categoria “Male”, pesanti una tonnellata e mezza. Il costo del programma è di 766 milioni di euro. I droni sono stati l’ “arma segreta” preferita utilizzata dal presidente uscente degli Stati Uniti, Barack Obama, che li ha utilizzati a più riprese per raggiungere e attaccare basi terroristiche in Paesi stranieri, senza ricorrere a strumenti più clamorosi come i missili lanciati dal suo successore alla Casa Bianca.  

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Latest from Home

Go to Top