fatti di notizie

L’Ue ci ha davvero “lasciati soli” a gestire l’emergenza profughi? I dati della Corte dei conti

by

L’Ue ha veramente “lasciato sola” l’Italia nel gestire l’allarme profughi? Sì. Per l’accoglienza degli immigrati sul territorio italiano l’Unione europea nel 2016 ha infatti contribuito con finanziamenti pari a 46,8 milioni di euro: soltanto il 2,7% rispetto all’onere gravato sul bilancio dello Stato.

A rilevarlo è stata la Corte dei conti in un comunicato sulla gestione del Fondo nazionale per le politiche e i servizi dell’asilo (2103-2016) destinato alla “prima accoglienza” degli immigrati.

Il Fondo, gestito dal Ministero dell’Interno, “senza includere i costi cosiddetti ‘indiretti’, ha registrato impegni finanziari per complessivi 1,7 miliardi di euro”.

“A ciò deve aggiungersi che per il Paese il costo delle mancate ricollocazioni di migranti negli altri stati europei, alla data del 15 ottobre 2017, ammonta a non meno di 762,5 milioni” rileva la Corte dei conti.

Per l’accoglienza degli immigrati sul territorio italiano, nel 2016, il Fondo nazionale per le politiche e i servizi dell’asilo, gestito dal Ministero dell’interno, senza includere i costi cosiddetti “indiretti”, ha registrato impegni finanziari per complessivi 1,7 miliardi di euro. 

 

Di Redazione

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Latest from Home

Go to Top