fatti di notizie

Il gran ritorno del Cavaliere (redento) a Bruxelles: il Ppe tifa ancora per lui

by

Sembra tutto tornato “come era prima”, cinque anni fa, quando Silvio Berlusconi era in sella al suo partito e correva per Palazzo Chigi. Il Cavaliere, che solo due anni fa non poteva partecipare ai summit all’estero perché gli avevano ritirato il passaporto, è a Bruxelles a cena con Manfred Weber, il politico che rappresenta al Parlamento europeo la Baviera con l’Unione cristiano sociale, e che nell’emiciclo di Strasburgo è capogruppo del Ppe, famiglia politica cui appartiene anche Forza Italia. “Non sforeremo il 3%, continueremo le nostre politiche”, ha spiegato nel corso della giornata, rassicurando sulle intenzioni del centrodestra italiano. 

Si è conclusa così la prima giornata della nuova  missione europea del leader di Forza Italia, che ha rassicurato i partner dell’Unione, ma, soprattutto, ha incassato moltissimi endorsement.

Con il Cavaliere ci sono il presidente dell’Europarlamento Antonio Tajani e Valentino Valentini, deputato e uomo di fiducia del leader di Forza Italia per tutte le questioni estere. Dall’altro lato del tavolo, alla sinistra di Weber, c’era Lorenzo Cesa, europarlamentare ed esponente di Noi con l’Italia, che è la cosiddetta”‘quarta gamba”.

Domani mattina Berlusconi terrà altri incontri e potrebbe chiudere la missione europea con un punto stampa.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Latest from Home

Go to Top