fatti di notizie

Anche la Chiesa sgambetta la politica: "Basta promesse e venditori di fumo"

Anche la Chiesa sgambetta la politica: “Basta promesse e venditori di fumo”

by

Monsignor Nunzio Galantino è il segretario generale della Conferenza episcopale italiana, detta Cei, dunque il “capo” della Chiesa italiana. Senza alcun imbarazzo rispetto alle polemiche dei decenni scorsi sulla presunta intrusività della Chiesa negli affari italiani, è intervenuto a gamba tesa sulla campagna elettorale appena iniziata. “Gli elettori italiani sapranno distinguere i venditori di fumo. E valuteranno sui criteri dell’onestà, del realismo e dell’umiltà” , ha spiegato a margine della presentazione alla stampa delle attività della Chiesa per la Giornata mondiale del migrante e del rifugiato in programma domenica.

Il problema è che alcune forze non fanno proprio ciò che è il loro dovere, la politica intesa come servizio alla polis. Il problema non è’ se la Chiesa fa o non fa servizio di supplenza“, ha aggiunto.

Per il numero uno dei vescovi, la Chiesa non ha nulla temere: “Il mio referente non è il politico tizio o caio, che mi dice “ma chi te lo fa fare”. Il mio referente non è il politico di turno, il mio referente è il Vangelo, la mia guida è il Papa, oggi Francesco ma attenzione che Benedetto XVI che diceva le stesse cose, pronunciava le stesse parole dure nei confronti di chi ignorava le esigenze dei migranti. Parlava forse con una voce meno forte, ma le cose che diceva erano le stesse di Pio XII e Paolo VI“.

Sul tema dei migranti, da cui ha preso spunto l’incontro, Galantino non si limita però al “buonismo”: “Il tema migranti è’ un tema complesso in cui entrano tanti fattori. Difficile trovare una ricetta. Non dobbiamo creare un’illusione. Bisogna creare le condizioni per le persone che partono ma anche che vorrebbero restare. Basta tifo da stadio“, ha concluso il prelato.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Latest from Politica

Go to Top