fatti di notizie

La scuola? Gli italiani la vorrebbero molto più severa. L'indagine Eumetra

Gli italiani vorrebbero una scuole più severa. Ecco l’indagine Eumetra

by

La scuola italiana? E’ troppo “buonista”. A dimostrarlo un sondaggio realizzato dalla società Eumetra, di Renato Mannheimer,  per il “Gruppo di Firenze”. A diffonderlo (qui in allegato) il gruppo di lavoro sui problemi della scuola fondato nel 2005 da Andrea Ragazzini, Sergio Casprini, Giorgio Ragazzini e Valerio Vagnoli. La ricerca rivela che:

Per il 67% degli italiani la scuola è troppo poco severa riguardo alla condotta degli allievi;

il 68% giudica sbagliata la recente abolizione della bocciatura per l’insufficienza in condotta;

il 59% pensa che la scuola sia troppo poco esigente riguardo alla preparazione degli studenti;

il 75% considera utili i compiti a casa;

più del 50% è venuto a sapere che durante gli esami si copia.

Dunque, scrivono i docenti del Gruppo nel commentare lo studio, “i risultati del sondaggio dimostrano che in grande maggioranza l’opinione pubblica non condivide gli orientamenti pedagogici che hanno caratterizzato, con rarissime eccezioni, le politiche scolastiche degli ultimi decenni“. Gli italiani (adulti) preferiscono la scuola più severa, più seria, come quella “di un tempo”.

Ci auguriamo che questi dati possano aiutare i responsabili politici a correggere la rotta, sapendo di avere l’appoggio della maggioranza degli elettori; e facciano sentire meno soli gli insegnanti e i dirigenti che si battono per una scuola accogliente, sì, ma anche rigorosa“, scrivono gli animatori del Gruppo di Firenze.

di Redazione

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Latest from Politica

Go to Top