fatti di notizie

Giornata internazionale contro le violenze: il 25 la Camera è per sole donne

Giornata internazionale contro la violenza: il 25 la Camera è per sole donne

by

In teoria sarebbero tutte donne. Anche se poi, scorrendo con attenzione il programma, il nome di un uomo spunta fuori: Gad Lerner. Sabato 25 novembre in occasione della Giornata Mondiale contro la violenza di genere la Presidente della Camera, Laura Boldrini, ha organizzato un evento intitolato #InQuantoDonna“.

Per la prima volta l’Aula di Montecitorio sarà aperta alle sole donne. Saranno oltre 1300 le donne provenienti da tutta Italia, stima la numero uno di Montecitorio. Quello di sabato sarà solo l’ultimo, in ordine temporale, degli eventi organizzati a Montecitorio nella settimana della Giornata mondiale contro la violenza.

Si comincia martedì 21 novembre – ore 11 nella Sala della Lupa – con l’appuntamento dal titolo “Empowerment femminile e lotta alla tratta – La partnership Italia-Nigeria“: è  una conferenza internazionale nel corso della quale, oltre alle autorità e agli esperti sul tema, prenderanno la parola anche donne che in passato sono state vittime di tratta.

Ad aprire i lavori sarà la Presidente della Camera, Laura Boldrini, insieme con il suo omologo nigeriano, il Presidente della Camera dei Rappresentanti, Yakubu Dogara. Seguiranno il Governatore di Edo State (lo Stato della Nigeria da cui parte il più alto numero di ragazze destinate alla tratta), Godwin Nogheghase Obaseki, la Ministra per i Rapporti con il Parlamento, Anna Finocchiaro, il Comandante dell’Arma dei Carabinieri, Tullio Del Sette, il Capo della Polizia, Franco Gabrielli, la direttrice della National Agency for the Prohibition of Trafficking in Persons, Julie Okah-Donli, il sostituto procuratore nazionale antimafia, Cesare Sirignano, e il direttore della Missione OIM per l’Italia, Federico Soda. Il dibattito sarà moderato dall’ex direttore del Tg1, il giornalista Gad Lerner.

Il secondo evento di questa settimana speciale si svolgerà giovedì. Dopo un saluto della Presidente, gli studenti del laboratorio teatrale del Liceo Scientifico “Gaetano Salvemini” di Bari interpreteranno “Lea – Nella pelle delle donne“. Una rappresentazione basata sulla drammatica vicenda di Lea Garofalo, la testimone di giustizia che nel 2009 fu torturata e uccisa dalla ‘ndrangheta che poi diede alle fiamme il suo corpo.

A un’altra donna vittima di violenza sarà dedicata la giornata di venerdi’ 24 novembre: alle ore 11, nella Sala della Regina, verrà proiettato “Sara“, il docufilm sulla storia di Sara Di Pietrantonio, la giovane uccisa e data alle fiamme dal suo fidanzato la notte del 29 maggio 2016 alla periferia di Roma. Saranno presenti, oltre alla Presidente Boldrini, la mamma di Sara, Concetta Raccuia, la procuratrice aggiunta di Roma, Maria Monteleone, e gli autori del film di Discovery Italia, Daniele Autieri, Stefano Pistolini e Giuseppe Scarpa.

L’evento di sabato 25 novembre, inizierà invece alle 11.30 quando le 1300 invitate entreranno a palazzo Montecitorio per partecipare a “#InQuantoDonna“. Dopo la Boldrini, prenderanno la parola dagli scranni dell’Aula diciassette donne che hanno subito violenza in prima persona o che con la violenza hanno comunque avuto a che fare. Anche le invitate saranno tutte donne.

Vittime di stupro, violenza domestica e stalking. Ma anche madri di donne che non ci sono piu’, uccise per mano degli uomini che avrebbero dovuto amarle. Ci saranno anche magistrate, dirigenti di polizia, studiose e giornaliste e autrici teatrali e televisive. Nel pomeriggio del 25, le donne che avranno preso la parola in Aula verranno ricevute al Quirinale dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.

di Redazione

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Latest from Politica

Go to Top