fatti di notizie

Spendere meno in prodotti e formazione, investire. Ecco il piano taglia-deficit di Baldassarri

Anno 2016, l’Inps conferma: le donne guadagnano il 30% in meno degli uomini

by

Ancora oggi il gender pay gap è enorme: nel 2016 le donne hanno guadagnato in media il 30% in meno degli uomini. Il differenziale è dovuto soprattutto all’alta percentuale di part time.

Nell’anno scorso, secondo l’Osservatorio sul lavoro dipendente pubblicato dall’Inps, la retribuzione media annua è stata pari a 21.790 euro nel complesso, ma molto differenziata sia per età sia per genere.

In particolare aumenta al crescere dell’età, almeno fino alla classe 55 – 59, ed è più alta per i maschi (25.125 euro contro 17.243 per le femmine).

Spiega ancora l’Istituto: Il differenziale retributivo per età è strettamente connesso alla presenza di lavoro stagionale o a termine, rilevante soprattutto nelle classi di età più giovani.

Il differenziale retributivo per genere, invece, sembra più correlato alla maggiore presenza di lavoro part time tra le femmine.

 

Infatti il numero di lavoratrici che nel 2016 hanno avuto almeno un rapporto di lavoro part time e’ pari a 3,1 milioni contro 1,7 milioni di maschi. Nel 2016 circa il 20% dei lavoratori maschi ha avuto almeno un rapporto di lavoro a tempo parziale mentre tra le femmine la quota di lavoratrici e’ pari a circa il 50%.

 

Di Redazione

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Latest from Home

Go to Top