fatti di notizie

Il ritorno di Sgarbi, che fa l'assessore in Sicilia: "Farò l'ottava meraviglia del mondo"

Il ritorno di Sgarbi, che fa l’assessore in Sicilia: “Farò l’ottava meraviglia del mondo”

by

Se divento senatore scelgo di fare l’assessore in Sicilia“. Vittorio Sgarbi è tornato. Dopo la tv che l’ha reso famoso, il Parlamento, il governo (del quale è stato membro come sottosegretario) e il Municipio di Salemi, in provincia di Trapani, il critico d’arte è stato nominato assessore ai Beni culturali e all’identita’ siciliana della Regione Sicilia. Il suo primo obbiettivo? Lo ha rivelato a Palazzo d’Orleans, nel corso della la prima seduta della Giunta di Nello Musumeci, parlando con i giornalisti.

Il primo atto che faro’ da assessore regionale? Sarà la ricostruzione del tempio G di Selinunte attraverso la fine dell’istruttoria del 2013 a cui mancava solo l’autorizzazione dell’assessore che io darò immediatamente con finanziamenti privati altissimi che sono già stati trovati. Sara’ l’ottava meraviglia del mondo“, garantisce.

Il tempio di Selinunte, da Instagram

Il critico d’arte, che voleva candidarsi governatore ed ha rinunciato, ha fondato un partito con Giulio Tremonti soltanto pochi mesi fa, non ha dubbi: “Tra senatore italiano e assessore in Sicilia rimango in Sicilia per i cinque anni“.

Sgarbi dice di avere pronte “una serie di altre iniziative, tra cui l’istituzione di una autorita’ regionale per i beni culturali: un alto commissario regionale per le arti nel mediterraneo, una sorta di commissario alla Bellezza. Questa figura dovra’ essere come Botta, Paolucci, Piano: uno che viene chiamato per vedere se lo sviluppo urbanistico, un restauro e’ fatto secondo criteri corretti“.

di Redazione

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Latest from Politica

Go to Top