La scimmia della notizia

Berlusconi apre la campagna elettorale e ringrazia il Sud: "Grazie per l'accoglienza"

Berlusconi apre la campagna elettorale e ringrazia il Sud: “Grazie per l’accoglienza”

by

Cari amici, grazie per la calorosa accoglienza che mi avete riservato, anche a Ischia! Il vostro affetto mi conferma che spetta al Popolo scegliere il proprio leader. Ed è tempo che ciò accada presto, dopo 4 governi non eletti dai cittadini“. Silvio Berlusconi apre di fatto la campagna elettorale per le prossime Politiche pubblicando sul suo profilo Facebook le immagini dell’accoglienza gioiosa e festante che gli è stata riservata nella due giorni che si è appena conclusa ad Ischia, intitolata “Pronti per governare”.

A Ischia, sabato pomeriggio, è andato in scena un vero e proprio show di Silvio Berlusconi. A 81 anni compiuti, è arrivato a Lacco Ameno a bordo di un grosso yacht, direttamente da Ravello, accompagnato dalla compagna Francesca Pascale e dal capogruppo forzista alla Regione Campania Armando Cesaro, poi ha visitato la zona rossa di Casamicciola.

Silvio Berlusconi a Casamicciola, Ischia

Nella frazione colpita dal sisma del 21 agosto scorso, l’ex premier ascolta i tanti abitanti che lo attendono e promette la ricostruzione delle case crollate “entro la primavera“.

Con il caschetto antinfortunistica dei Vigili del fuoco in testa Berlusconi va oltre, spiazzando tutti: “Se non ho la maggioranza io mi ritiro, perché è colpa degli italiani. Se non sanno giudicare chi è capace e chi non ha mai fatto nulla allora significa che siamo un popolo che non merita nulla ma penso che gli italiani avranno buon senso“.

Nel pomeriggio tutti gli occhi sono puntati sulla convention, nell’Auditorium dell’hotel La Reginella, organizzata dai vertici campani del partito: Armando ma anche l’ex presidente della Provincia di Napoli Luigi Cesaro, il coordinatore regionale Domenico De Siano – che è ex sindaco di uno dei Comuni dell’Isola -, Antonio Pentangelo, le ex ministre Mara Carfagna e Nunzia De Girolamo.

Lo sforzo organizzativo è imponente, molti fan del Cavaliere sono costretti a seguire il suo intervento (barzellette comprese) dall’esterno della struttura, dai megaschermi allestiti per l’occasione.

Prima dell’intervento di “Silvio” il presidente del Parlamento europeo, Antonio Tajani, mette in chiaro la situazione: “Noi abbiamo un solo candidato premier ed è Silvio Berlusconi, non esistono alternative“. Poi, dopo un ritardo colmato dalla presenza di spirito del deputato azzurro – e ottimo imitatore Simone Baldelli – arriva un discorso che mette insieme vecchi refrain come l’esigenza di riformare la giustizia e abbassare le tasse e qualche spunto nuovo.
Il leader di Forza Italia, che non teme il caldo e appare in forma, promette di introdurre “il vincolo di mandato in Costituzione” e mette nel mirino il Movimento 5 Stelle. “Sono ribellisti incapaci e a quanto mi hanno detto Di Maio è solo un frontman, Grillo ha già incontrato tre volte Davigo; io se diventa premier il giorno dopo lascio l’Italia, è un concentrato di odio e invidia“, accusa.

Berlusconi si offre allora come “regista gratis per la revisione scientifica del nostro Paese“, non negando la realtà, che, al momento, è la incandidabilità dovuta “all’ottimo lavoro svolto dalla Corte dei diritti dell’uomo di Strasburgo“.

Il nuovo “predellino” di Ischia

Ad ascoltarlo c’erano 1500 attivisti e simpatizzanti azzurri, che, in larga parte, hanno seguito anche i dibattiti tematici di domenica mattina.

Prima una tavola rotonda coordinata dalla leader dei Giovani azzurri, Annagrazia Calabria, sulle problematiche giovanili e su quello che dovrà essere lo spicchio del programma di governo a loro rivolto.

Il Sud è una terra straordinaria ricca di eccellenze, di uomini e donne che sanno rimboccarsi le maniche, ma sconta storicamente un gap con il Nord, soprattutto in termini di investimenti e lavoro giovanile, che senza interventi shock, di durata medio-lunga, difficilmente riuscira’ a colmare“, ha spiegato Cesaro. Ecco perchè il capogruppo azzurro in Regione Campania propone la “creazione di una No Tax area al Sud, per cinque anni, a sostegno delle imprese che assumono giovani under 35, destinazione di almeno il 50% degli investimenti pubblici al Mezzogiorno“.

A chiudere la due giorni cominciata con la folla che accoglieva il Cavaliere, i dirigenti più in vista.

Se il capogruppo Renato Brunetta ha spiegato “perchè” e con quali numeri “il centrodestra può vincere le prossime elezioni con questo sistema elettorale” e Maurizio Gasparri si è detto sicuro che ciò accadrà per i “ripetuti errori del Pd specie sul tema dell’immigrazione“, la chiusura è toccata a Mara Carfagna. Per l’ex ministro per le Pari Opportunità sbaglia chi, dal Nord, alimenta contrapposizioni con il Sud: “Non esiste una Forza Italia del Nord e non esiste una Forza Italia del Sud. Esiste un solo partito, unico, unito, che vincerà le prossime elezioni“.

L’ultimo post su Facebook di Berlusconi è l’ultima conferma che l’importante sforzo organizzativo, in tempi di crisi della politica, è stato apprezzato.

di R.P.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Latest from Politica

Go to Top