La scimmia della notizia

"La Reggente", in scena al Brancaccino di Roma le storie vere delle donne boss

La Reggente, in scena al Brancaccino di Roma le storie vere delle donne boss

by

Dopo i successi della messa in scena nel 2016 al Teatro Stabile Mercadante di Napoli, dal 12 al 15 ottobre andrà in scena al Brancaccino di Roma La Reggente con la regia di Stefano Incerti.

La storia nasce nel 2012 dalla penna del drammaturgo Fortunato Calvino e vanta la magistrale interpretazione di tre attori di cinema adottati dal teatro, come Elena Russo che interpreta La Reggente “donna di potere” spietata e feroce, Salvatore Striano in arte Sasà nella parte di Eduardo, suo luogotenente e Luigi Credendino nel ruolo di Diego, braccio destro del Boss.

La Reggente - Elena Russo
Elena Russo interpreta la protagonista “Le Reggente” (foto di Vittorio Carfagna)

Uno spettacolo unico nel suo genere, emozionante, affascinante ed in certi momenti un pugno nello stomaco, la “Reggente” è lo specchio di un mondo che non conosce pietà, che pretende obbedienza cieca e assoluta. Una generazione ottusa e violenta, che ignora la fatica e sfrutta il lavoro altrui. La Reggente è il risultato di una nuova gerarchia tutta al femminile che emula l’uomo, superandolo in crudeltà, lei, è il nuovo che avanza nei quartieri-feudi della Città di Napoli.

I testi del drammaturgo Fortunato Calvino sono sempre stati per un teatro di impegno civile, attento alle diversità sociali, antropologiche, sessuali e che ha fatto della” Mala-Napoli” uno dei suoi temi centrali e da tempo non sospetti. Progenitore di “Gomorra” e tutti i suoi derivati, oggi così di moda a teatro, al cinema, in televisione. Anche La Reggente anticipa tutti i tempi, raccontando il dramma psicologico di una donna che eredita il potere e perde il contatto con la Realtà

Stefano Incerti regista del cinema Italiano di film d’autore come – Il verificatore, 1995, vincitore del David di Donatello, Globo d’oro come miglior regista esordiente e Grolla d’oro come miglior regista; I Vesuviani, episodio Il diavolo in bottiglia, 1997; Prima del tramonto, 1999; L’uomo di vetro, 2007; Complici del silenzio, 2009; Gorbaciov, 2010 e la Parrucchiera nel 2017, è qui alla sua prima regia teatrale.

di Sacha Lunatici (foto Ufficio stampa)

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Latest from Teatro

Go to Top