La scimmia della notizia

Congedi per le donne vittime di violenza? Poche sanno che esistono. Parola di Boeri

Violenza sulle donne, ecco i numeri dei Carabinieri. Cala, ma è trasversale

by

In calo, ma pur sempre troppi. “Nel 2013 gli omicidi di donne sono stati 172, 146 nel 2014, 135 nel 2015, 154 nel 2016 e 73 nel primo semestre del 2017. I femminicidi in senso “tecnico” sono stai 69 nel 2013, 52 nel 2014, 42 nel 2015 e lo stesso numero anche nel 2016, e 29 nei primi sei mesi di quest’anno. I femminicidi in senso mass-mediatico, invece, sono stati 134 nel 2013, 115 nel 2014, 114 nel 2015, 132 nel 2016 e 64 nel primo semestre del 2017”. A riferire i nuovi numeri, aggiornati al giugno di quest’anno,  è stato Tullio Del Sette, comandante generale dell’Arma dei Carabinieri, ascoltato oggi dalla commissione parlamentare di inchiesta sul femminicidio e la violenza di genere. L’organismo di Palazzo Madama sta ascoltando da settimane tutti i “protagonisti” della lotta istituzionale contro la violenza sulle donne.

Del Sette ha corredato il suo intervento di moltissimi numeri e spiegato che “questi dati non comprendono i suicidi di donne seguiti a atti persecutori”.

Non esiste distinzione. “Il femminicidio può seguire lo stalking ma questa non è una regola assoluta, mentre, in proporzione alla popolazione, non c’è differenza nella distribuzione dei casi tra Sud, Centro e Nord e tra grandi centri e periferia”, ha aggiunto.

Il comandante dei Carabinieri ha aggiunto che, secondo i dati dell’Arma, “nel 2016 sono stati 10.200 i casi perseguiti di atti persecutori, con 484 arresti il flagranza”. Almeno il reato di stalking funziona. “L’attuale assetto normativo per noi è adeguato, ed è difficile che un ulteriore aumento delle pene possa avere maggior effetto deterrente. Riteniamo positiva l’introduzione dell’allontanamento d’urgenza dalla casa familiare con provvedimento della polizia giudiziaria, previa autorizzazione del pubblico ministero (art. 384 bis codice di procedura penale, ndr). Però la previsione della flagranza non copre taluni casi in cui sussistono condizioni di urgenza o pericolo derivanti dal contesto ambientale in cui l’operatore di polizia è intervenuto”, ha aggiunto.

di Redazione

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Latest from Politica

Go to Top