La scimmia della notizia

31 espulsi da inizio anno, 163 dal 2015. Estremisti, i numeri del Viminale

by

In quattro mesi, dall’inizio del 2017, sono già 31 gli espulsi dal territorio nazionale “per motivi di sicurezza”, tanti i sospettati di terrorismo caricati su un aereo diretto nei loro Paesi d’origine.

L’oggetto dell’ultimo decreto firmato dal ministro dell’Interno, Marco Minniti, ha riguardato un marocchino 34enne residente a Recanati, in provincia di  Macerata, “attestato su posizioni jihadiste”, che aveva espresso il proposito di unirsi allo Stato islamico.

E’ stato “allontanato per motivi di sicurezza dello Stato”, passando ieri pomeriggio per “la frontiera aerea di Roma Fiumicino”, accompagnato con un volo diretto a Casablanca.

L’uomo, come ha fatto sapere il Viminale, aveva precedenti per reati comuni ed era stato segnalato nell’ambito delle indagini svolte dalla Digos di Milano su due foreign fighters, suoi connazionali, partiti da Milano nel gennaio 2015 alla volta dell’area siro-irachena per unirsi allo Stato Islamico e nei cui confronti l’Autorita’ giudiziaria milanese aveva emesso, nell’aprile 2016, un’ordinanza di custodia cautelare in carcere per il reato di associazione con finalità di terrorismo.

Inoltre, dai controlli effettuati, e’ stato accertato che il cittadino marocchino, assiduamente attivo sui social network, condivideva i contenuti estremisti postati da uno dei due foreign fighters e si era “attestato su posizioni jihadiste”, arrivando a rendere manifesto il suo proposito di prendere parte al conflitto e arruolarsi nell’Isis. Il Ministero dell’Interno segnala che dal gennaio 2015 ad oggi sono stati allontanati dal territorio nazionale 163 soggetti gravitanti in ambienti dell’estremismo religioso.

di Redazione

31 espulsi da inizio anno, 163 dal 2015. Estremisti, i numeri del Viminale
Un pick up dell’esercito Isis. Da Twitter

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Latest from Home

Go to Top