La scimmia della notizia

Berlusconi, le pensioni (minime) a mille euro e le Comunali: "Possiamo vincere"

Berlusconi, le pensioni (minime) a mille euro e le Comunali: “Possiamo vincere”

by

Non che le sue proposte siano una novità assoluta: “Meno tasse, meno Stato, meno Europa con una seconda moneta nazionale, no bail in per le banche, no alle politiche di austerità che ci hanno affondato e sono frutto miope delle burocrazie europee”. Eppure quelle che Silvio Berlusconi ha rilanciato poco fa, in un messaggio consegnato  alle parlamentari forziste Deborah Bergamini, Elena Centemero, Stefania Prestigiacomo e Mara Carfagna, impegnate a “Italia Prima”, in corso a Firenze, sono declinate in versione 2017: “Nessuna tassa sulla prima casa, sulla successione e sulla prima automobile, no all’oppressione fiscale, alla burocrazia e meno oppressione giudiziaria”, vi si poteva leggere.

Il Cavaliere ha sottolineato che proprio “partendo da queste idee concrete e condivise con gli alleati”, il centrodestra potrebbe “tornare unito” e “riportare al voto tanti elettori moderati che – delusi dalla politica – in questi anni hanno abbandonato le urne”.

Il palco di “L’Italia Prima”, a Firenze

Proprio la presenza tra le organizzatrici della portavoce del partito e delle ex ministre più note dei suoi governi ha spinto il presidente di Fi, che giusto ieri era stato in visita alla sede di Samsung Italia, che “le donne sono il motore dell’Italia, a cominciare dalle nostre mamme, a cui vogliamo dare una pensione adeguata per consentire loro di vivere una vecchiaia dignitosa e serena”.

Il presidente di Fi rivendica i risultati sul tema della pari opportunità delle “sue” deputate: “Siamo stati noi a fare la legge contro lo stalking per proteggere le donne; è grazie all’impegno di Forza Italia che da quest’anno ci saranno le risorse per sostenere gli orfani delle donne vittime di femminicidio; e’ stato il nostro Governo ad introdurre per legge l’obbligo di almeno il 30% di donne nei cda delle aziende quotate in borsa e delle aziende pubbliche; siamo stati noi i primi a credere nell’importanza di candidare tante donne in Parlamento ed affidare loro ruoli di primissimo piano nei nostri governi”, ricorda.

A quel punto, la proposta: “Vogliamo garantire a tutti una pensione minima di 1000 euro non tassabili per 13 mensilità. Potete stare certi che non è un “pesce d’aprile”: noi lo possiamo promettere con certezza e in maniera assolutamente credibile perchè lo abbiamo già fatto quando eravamo al governo aumentando le pensioni minime ad 1 milione di lire”, ricorda, portando alla memoria uno dei provvedimenti assunti dal primo esecutivo a sua guida.

Il palco dell’iniziativa a Firenze

Il tour delle parlamentari forziste è soprattutto un tour elettorale, in vista del voto per le Amministrative dell’11 giugno. “Vincere in Toscana ha sempre un gusto particolare, perche’ questa terra e’ stata da sempre considerata rossa. Ma noi vogliamo vederla sempre più azzurra e più libera. Migliaia di elettrici ed elettori toscani, tra cui quelli di Lucca, saranno chiamati alle urne per eleggere i nuovi sindaci. E’ un momento fondamentale che, sono certo, anche sulla scia delle recenti e straordinarie vittorie che abbiamo conseguito ad Arezzo, a Grosseto, a Pietrasanta e a Montevarchi, ci consentirà di portare il nostro buongoverno in sempre più amministrazioni locali”, ha concluso il leader di Fi nel suo messaggio.

Le organizzatrici si sono augurate che si possa votare presto anche per le Politiche. “Ancora una volta il Paese è bloccato a causa delle liti interne al Partito democratico. Noi abbiamo presentato una proposta di legge in Parlamento per una nuova legge elettorale, speriamo che, quando il Pd avrà smesso di tenere in ostaggio l’Italia, si possa andare con celerità al voto”, ha aggiunto Carfagna, prima di muovere verso Pistoia.

 Servizio e foto C.R.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Latest from Politica

Go to Top