fatti di notizie

Parisi rimette in moto le sue "Energie": parte dal Sangiovese la tre giorni in Romagna

Parisi rimette in moto le sue “Energie”: parte dal Sangiovese la tre giorni in Romagna

by

Uno che non l’ha mai amato troppo, l’ex ministro Altero Matteoli, ha coniato la definizione più calzante: «Stefano Parisi? È simile a un fiume carsico; scompare e riaffiora all’improvviso…». L’ex candidato sindaco del centrodestra a Milano, poi impegnato a «rivitalizzare» i «liberal» italiani e fondatore di Energie per l’Italia e infine “pensionato” dal Cavaliere sta in effetti per “riaffiorare” in Romagna.

Domani, 12 gennaio, sarà a Fiumana, in provincia di Forlì-Cesena, per parlare di Sangiovese, il vino più famoso della zona con gli imprenditori che lo producono, poi, venerdì, a Faenza e infine, sabato, sul mare, a Bellaria, dove incontrerà pubblicamente 80 operatori balneari. L’incontro di oggi, presso il Wine Resort Borgo Conde’, è intitolato “In Sangiovese Veritas. Due chiacchiere con Stefano Parisi”.

Dopo una iniziativa in Sicilia con Gianfranco Miccichè lo scorso ottobre e la presa di distanza pubblica di Silvio Berlusconi dovuta alle tensioni che l’ex manager aveva alimentato con Matteo Salvini, il tour Megawatt era proseguito in solitaria senza troppo successo. Gli azzurri, come accaduto a Padova, avevano addirittura scelto di tenere un atteggiamento ostile, boicottando gli appuntamenti. Complice forse la convergenza col Pd per un sistema elettorale proporzionale che consentirebbe ai forzisti di sganciare Lega e Fdi, il Cavaliere ha “scongelato” il manager cui avrebbe voluto assegnare il ruolo di coordinatore azzurro lo scorso luglio.

«Con me si è comportato bene, è stato corretto», ammette il Cavaliere. Così, dopo pochissimi giorni, il manager originario di Roma che vive a Milano e vuole coinvolgere «imprenditori, professionisti, uomini e donne che oggi non si interessano alla politica», si è rimesso in moto. Ora la Romagna, poi, a marzo, la Campania, dove gioca un ruolo importante un suo ex compagno di militanza nel Partito socialista, cioè Stefano Caldoro. L’ex candidato sindaco a Milano ha incontrato l’ex governatore in un hotel a Napoli e,  superata la fase delle contrapposizioni tra il partito e il suo movimento, ha chiesto una mano all’esponente di Fi, che  ha sempre mantenuto ottimi rapporti personali col presidente.

di Redazione

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Latest from Politica

Go to Top