fatti di notizie

Mastella si arrende e dichiara il dissesto: "Benevento affonda sotto ai debiti"

Mastella si arrende e dichiara il dissesto: “Benevento affonda sotto ai debiti”

by

Neppure un politico consumato, già leader di partito, addirittura ministro della Giustizia, con qualche decade di parlamento nazionale ed europeo alle spalle è riuscito nel miracolo. “Pensavo che piovesse, ma non così. Anzi, nevica sui conti dell’amministrazione comunale di Benevento”. L’ex segretario del Campanile, dallo scorso giugno sindaco della città campana dove è nato e cresciuto, Clemente Mastella, ha annunciato nella conferenza stampa di fine d’anno che chiederà il dissesto finanziario per il Comune. “Ci siamo insediati sei mesi fa, ed io non percepisco neanche lo stipendio, eppure ci siamo ritrovati con conti disastrati, con oltre 110 milioni di euro di debiti”, accusa l’ex ministro, che passo dal centrosinistra a al centrodestra dopo la caduta del governo di Romano Prodi, che lo volle a capo del dicastero di Via Arenula.

Clemente Mastella con Pier Ferdinando Casini (Foto Instagram)

“Questi debiti non graveranno sui cittadini, già tartassati al massimo, e per questo abbiamo chiesto il dissesto finanziario”, ha aggiunto Mastella. La bandiera bianca sventolata dall’ex europarlamentare di Forza Italia, eletto primo cittadino proprio grazie a una maggioranza di centrodestra, non significa però resa totale: “Stiamo cercando di aprire una nuova strada per questa città. Io non ho bisogno di fare carriera e sono qui per provare a non far naufragare Benevento: stiamo riaccendendo i riflettori sulla città, che era spenta, stiamo riaprendo qualche ponte o strada chiusi da dopo l’alluvione e, a breve, realizzeremo un depuratore”.

Mastella è stato eletto sindaco di Benevento con il 62,88% dei voti, ha sconfitto al ballottaggio Raffaele Del Vecchio al 37,12%. E’ la “giornata della liberazione”, aveva detto l’ex ministro, che aveva riunito dietro la sua candidatura Nunzia De Girolamo e Giuseppe De Mita, nipote di Ciriaco.

di Claudio Russo

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Latest from Politica

Go to Top