La scimmia della notizia

Le consultazioni diventano 3d: ecco cosa vedono (e dove passano) i leader ospiti di Mattarella

Le consultazioni diventano 3d: ecco cosa vedono (e dove passano) i leader ospiti di Mattarella

by

Una delle prime mosse appena diventato Presidente della Repubblica fu quella di aprire i giardini del Quirinale, di tanto in tanto, ai “semplici cittadini”. Poi Sergio Mattarella, eletto Capo dello Stato il 3 febbraio 2015, ha provato a “svecchiare” l’istituzione, aprire anche alle nuove tecnologie. Così, senza troppo clamore, ha aperto un profilo Instagram del Quirinale.

In occasione delle consultazioni che si aprono questa sera alle diciotto, con le quali intraprende il percorso per formare un nuovo governo dopo le dimissioni di Matteo Renzi, ha fatto ancora di più e meglio: è stato infatti da poco pubblicato un video che mostra esattamente il percorso che svolgeranno le delegazioni all’interno del Palazzo, consente di vedere esattamente le stesse cose che potranno guardare i capigruppo e i leader di partito. Prima di tutti, per la verità, percorreranno i corridoi e le stanze del Palazzo che fu dei Papi,  i presidenti delle Camere Pietro Grasso e Laura Boldrini e l’ex presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, unico “emerito” ancora in vita. Dunque toccherà ai gruppi parlamentari più piccoli e sabato saranno al Colle i maggiori.

Nel pomeriggio dell’ultimo giorno tornerà al Colle Silvio Berlusconi, alla testa della delegazione Forza Italia. Prima ancora, hanno percorso quei corridoi i capigruppo del Movimento 5 stelle. Per il Pd, visto che il premier sarebbe in conflitto d’interessi, saliranno al Quirinale il presidente Matteo Orfini, il vicesegretario Lorenzo Guerini, i capigruppi Ettore Rosato e Luigi Zanda. La delegazione indicata dal segretario dem rappresenta la variegata galassia della maggioranza del partito, fatta di “renziani”, “franceschiniani”, “giovani turchi”.

Non è dato sapere, ma è improbabile, che Mattarella confermi la frequente usanza di Giorgio Napolitano di punti stampa giornalieri sulle consultazioni, ma, appunto, il Quirinale ha deciso di bruciare tutti sul tempo utilizzando Instagram. Ecco il video.  E’ stato Barack Obama il leader politico che ha utilizzato meglio e con maggiore intensità il social network delle fotografie, che aumenta in maniera esponenziale, di mese in mese, il numero degli iscritti.

 di Claudio Russo

 

 

 

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Latest from Politica

Go to Top