La scimmia della notizia

Comunisti col Rolex; l'album proto-grillino di Fedez e J-Ax (per merito di Letizia Moratti)

Comunisti col Rolex; l’album proto-grillino di Fedez e J-Ax (per merito di Letizia Moratti)

by

Fedez è nato nello stesso anno in cui è caduto – sotto ai colpi della Perestrojka – il Muro di Berlino, nel momento storico nel quale il capitalismo ha sconfitto il comunismo e i suoi regimi. Ciononostante il nuovo album della rap-star milanese, in uscita il 20 gennaio per Sony Music, scritto in duplex con J-Ax, si intitola “Comunisti col Rolex”. La cover, nata da un’idea dei due artisti, entrambi nati alla periferia di Milano che hanno collezionato e continuano a collezionare dischi d’oro – è curiosa ed è stata realizzata da Studio Cirasa: vi campeggia un pugno chiuso con al polso un orologio d’oro con falce e martello rossi nel quadrante. I fan – specie le donne – sono rimaste sconvolte per i peli sul braccio che, evidentemente, non appartiene a nessuno dei due artisti. L’album è stato anticipato dalla hit estiva, cinque dischi di platino, “Vorrei Ma Non Posto”, e dal nuovo singolo “Assenzio” feat. Stash e Levante. Quest’ultimo, in radio e in digitale da venerdì 18 novembre, ha già raggiunto oltre 2 milioni di views in soli tre giorni ed è tuttora in testa alla classifica dei brani acquistati su iTunes e #2 su Spotify Top50 Italia.

Fedez ha confessato pochi giorni fa di essere “amico” del dirigente del M5s Alessandro Di Battista – col quale si scambia “messaggi vocali” – e, infatti, nel passato ha scritto l’inno del movimento fondato da Beppe Grillo. I due cantanti rapper – di generazioni diverse – hanno in comune una posizione politica diventata “dissing”. Fedez, all’inizio della sua carriera, dedicò alcune rime a Letizia Moratti, ai tempi sindaco del capoluogo lombardo, cioè la stessa persona che J-Ax aveva citato ripetutamente nella sua hit “Domani Smetto”.

Fedez da Instagram
Fedez da Instagram

E pensare che l’ex sindaca – e manager e ministro della Pubblica istruzione – è appena stata insignita dell’Ambrogino d’oro, massimo riconoscimento tributato dalla città di Milano a coloro che hanno dato lustro alla città.

di Redazione

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Latest from Politica

Go to Top