La scimmia della notizia

FantaFestival - Testigo Ìntimo

FantaFestival 2016: ora tocca alla giuria scegliere i vincitori

by

Il 17 luglio si è conclusa, al My Cityplex Savoy di Roma, la sezione competitiva del 36° FantaFestival, Mostra internazionale del film di fantascienza e del fantastico.

La giornata è stata interamente dedicata alla memoria dello scomparso maestro Wes Craven, con una proiezione speciale di “Scream – Chi urla muore”, uno dei più grandi successi del regista statunitense. Wes Craven, considerato uno dei padri fondatori del cinema horror, ha fatto sobbalzare sulla poltrona intere generazioni di spettatori: dal 1984 con il primo “Nightmare”, al 2011 con l’ultimo capitolo della fortunata saga “Scream”.

Le ultime proiezioni dei film in concorso come “Miglior Lungometraggio straniero” rappresentano la grande novità di questo FantaFestival: per il primo anno, in collaborazione con la Roma Lazio Film Commission, si è dedicato un Focus speciale sul cinema di genere sudamericano, grazie al gemellaggio con il Festival Blood Window. Tre le anteprime: “Testigo Íntimo“, “Luna de Miel” e “Downhill“.

Uno dei titoli più interessanti, “Testigo Íntimo” di Santiago Fernández Calvete, racconta la storia di Facundo, avvocato di spicco, che ha una relazione clandestina con sua cognata Violeta, fidanzata di suo fratello Rafa. Quando Violeta viene trovata morta nell’appartamento di Rafa, Facundo accorre per aiutare il fratello ma presto capiscono che devono sbarazzarsi del corpo per evitare di andare in prigione.
Si tratta di un thriller scritto con eleganza e realizzato con intelligenza, pieno di colpi di scena che ribaltano di continuo punti di vista e verità. La storia si ispira esplicitamente al racconto “L’intrusa” di Jorge Luis Borges e proprio il rapporto tra i due fratelli è l’elemento più potente del film; forse se il regista avesse approfondito la complessa relazione fraterna, disturbata dall’intromissione di una donna, il film ne avrebbe beneficiato.

Downhill”, diretto dal cileno Patricio Valladares, è un film che ha già riscosso molta curiosità al Festival di Cannes.
Dopo la morte del suo migliore amico durante una gara, il campione di race mountain Joe torna sulla bici per un’esibizione in Cile. Durante un giro di prova con la sua amica Stephanie, i due si imbattono in un uomo gravemente ferito che sta morendo a causa di un misterioso virus. È l’inizio di una giornata terrificante: diventeranno il bersaglio di assassini implacabili che faranno di tutto per non far trapelare il loro segreto dalle montagne.

Luna de Miel” di Diego Cohen è un film che mescola il thriller psicologico con il ‘torture porn’. E’ la storia di un’ossessione, di un uomo che farebbe di tutto per costringere una giovane donna ad amarlo senza condizioni: Jorge, medico eccentrico e solitario, rapisce la sua vicina Isabel, per cercare di sottometterla… ma le apparenze spesso nascondono una verità terrificante.

Per quanto concerne la sezione Fantacorti, il programma ha proposto anche la proiezione degli ultimi cortometraggi in concorso: gli italiani “The Darkness Keeper”, “Djinn Tonic”, “Like”, “The Choice”, “Loop”, “Il ballo delle spiritate” e gli stranieri “Wolves”, “L’incroyable histoire de l’incroyable Femme-Araignée”, “Nada S.A.”, “Jacqueline”, “Asuntos Domésticos”.

Martedì 19 luglio il FantaFestival si sposterà all’Arena Groupama de ”L’Isola del Cinema” dove, alle 21.30, avrà luogo la cerimonia di premiazione della manifestazione, seguita dalla proiezione in anteprima di “Burying the Ex” del regista Joe Dante.

di Sacha Lunatici (foto Facebook)

Guarda la sezione “SPECIALE FANTAFESTIVAL”

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Latest from Fantafestival

Go to Top