fatti di notizie

Pokémon Go

Gli hacker si pappano i Pokémon: l’app va in down, ma è già ripartita la caccia

by

Giusto il tempo di far capire alle migliaia di giocatori che l’hanno scaricato come funziona e già Pokémon Go è andato in crash, forse a causa di un attacco degli hacker.

Ad appena un giorno dal lancio in Italia i server del gioco Nintendo che sta battendo tutti i record, sono stati inaccessibili, i giocatori non riuscivano a “loggarsi” col proprio profilo e sono stati costretti a sospendere per qualche ora la caccia agli animaletti. Gli utenti italiani – disperati – hanno condiviso questa condizione sui social network, specie su Twitter, dove l’hashtag #pokemondown è diventato subito dopo le 15 un top trend. Alcuni siti specializzati hanno confermato che era impossibile accedere al gioco del momento, il problema era a livello nazionale.

Come riportano diversi siti statunitensi tra cui quello di Forbes, in tutto il mondo da ieri e anche nei giorni scorsi, ci sono stati diversi disservizi causati dall’enorme mole di giocatori. Forse la causa è nell’inaspettato successo dell’app, che sta battendo tutti i record, ha già superato in molti Paesi come numero di accessi addirittura Facebook.

pokemon

Dal canto suo la compagnia ha ammesso le difficoltà in un tweet e ha rassicurato i giocatori, garantendo che avrebbe trovato presto una soluzione per rendere più stabile il gioco. Il blocco in Italia conferma che anche nello Stivale, dopo l’app è stata resa disponibile il 15 luglio, il gioco sta avendo un successo incredibile.  Nel corso della giornata si è fatta strada anche l’ipotesi, non confermata dall’azienda, di un attacco hacker: il gruppo PoodleCorp ha rivendicato l’attacco compiuto con un Ddos sui server della popolarissima app, che sfrutta per la prima volta, per un gioco, la cosiddetta realtà aumentata. Risolti i problemi, la caccia ai Pokémon è già ricominciata. E tutto lascia intendere che la Pokémon-mania sia soltanto alle prime battute.

Di C.R.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Latest from Web

Go to Top