La scimmia della notizia

Dorina Bianchi

Il Sud che funziona? Eccolo, secondo Dorina Bianchi (e Maria Elena Boschi)

by

Il Sud che frena il Nord, quello della criminalità organizzata, del degrado, il luogo della cattiva amministrazione?  Esiste, sì, ma non è sempre e soltanto così. Per smentire questo luogo comune  Dorina Bianchi ha scritto un libro intitolato “Sud-L’altra faccia della medaglia”. Bianchi, deputata di Ncd, vicepresidente del gruppo Area Popolare  alla Camera dei deputati, crotonese e consigliere comunale della sua città, ha presentato il libro giovedì a Roma, a Palazzo Ferrajoli.

<Il mio libro è un viaggio nel Sud da donna del Sud, fatto attraverso l’immagine di imprenditori che ce la fanno. Sono imprenditori che hanno creato imprese innovative, che hanno creato ricchezza. Ho voluto dare una lettura verso il futuro e creare qualcosa di nuovo, che sia attrattivo non solo per il Sud ma per tutto il Paese>, ha spiegato la parlamentare, che è stata anche del Pd. All’incontro, moderato dal direttore del Tg1 Mario Orfeo, c’era in qualità di co-protagonista, il ministro più cliccato dalla Rete e fotografato sui giornali, cioè Maria Elena Boschi. “Meb”, come si fa chiamare,  ha spiegato che quello raccontato nel libro è <il Sud che tutti vorremmo>, <che funziona, malgrado i problemi infrastrutturali e di criminalità>. La titolare delle Riforme ha sottolineato quanto il Sud raccontato nel libro abbia <la capacità di affrontare i problemi ma anche di guardare in positivo è un Sud che fa bene al Nord e anche alla mia Toscana>. Nel corso dell’incontro ci sono stati riconoscimenti e citazioni per imprenditori e professionisti che hanno segnato delle eccellenze nei loro campi. In particolare, fari puntati su aziende come le Cantine Librandi e su diverse personalità emerse nel loro settore e sulla scena nazionale: da Margherita Amarelli, dell’omonima azienda specializzata nella liquirizia, al Rettore dell’Università di Tor Vergata Giuseppe Novelli.  E ancora: Raffaella Docimo, presidente della Società italiana odontoiatria infantile, Francesca Moraci, architetto e docente e componente del Cda Anas, per arrivare a Massimiliano Cesare e agli editori Rubbettino e  Giuseppe Marra. Inevitabile il selfie di fine-presentazione tra le due parlamentari, di partiti e generazioni diverse, unite dietro le insegne di Matteo Renzi. Eccolo.

di C.R.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Latest from Comunicati

Go to Top