fatti di notizie

La bollicina italiana supera quella francese. A Londra

by

La 35ma edizione del The London Wine Fair 2015 ha chiuso i battenti a Kensington presso il Grand Olympia Venue. Qui si danno appuntamento ogni anno oltre 11mila professionisti del settore vinicolo, tra retailers, importatori, ristoratori, bar, esperti somelier, brand indipendenti e stampa specializzata, per dare vita a uno dei piú importanti eventi commerciali di comparto a livello mondiale.

Importante, come sempre, la presenza dei vini italiani, in particolar modo del Prosecco DOC che continua la sua ascesa nel gradimento dei consumatori inglesi battendo la concorrenza francese e generando un volume di affari che, solo nella grande distribuzione, supera nel 2014 i 250 milioni di euro

La London Wine Fair in numeri: tre giorni, oltre 14mila mq di esposizione, 750 espositori, più di 10.000 vini provenienti da tutti gli angoli del mondo, 11.247 visitatori da 80 Paesi, oltre 100 tra seminari, tasting sessions, masterclasses in calendario.

 

 

Mr Prosecco, I suppose

Importante, come sempre, la presenza dei vini italiani, in particolar modo del Prosecco DOC che continua la sua ascesa nel gradimento dei consumatori inglesi battendo la concorrenza francese e generando un volume di affari che, solo nella grande distribuzione, supera nel 2014 i 250 milioni di euro. Proprio l’ottimo rapporto qualitá/prezzo infatti continua a spingere i sudditi di Sua Maestà amanti dello sparkling wine a preferire le nostre bollicine al piú pretenzioso champagne.

MonroeOverdryGroupie


 

Confortata da questi numeri l’offerta bubbly – come la chiamano gli inglesi – si è fatta molto articolata e tra nuovi brand indipendenti presenti alla Wine Fair di quest’anno, si è distinto per l’originalitá nel design e per la qualità della sua produzione, composta al 100% di uve Glera di provenienza trevigiana, il Monroe Overdry Prosecco DOC.

Si è distinto per l’originalitá nel design e per la qualità della sua produzione, composta al 100% di uve Glera di provenienza trevigiana, il Monroe Overdry Prosecco DOC

 

L’offerta bubbly

Si tratta di un sparkling italiano ideato per il mercato britannico dal perlage fine e persistente e dal gradevole retrogusto fruttato. Delizioso da consumare assoluto alla temperatura di 4 o 6 gradi o in cocktails come il classico Spritz con Aperol o Campari, arricchito – come consigliano i bartender piú esperti – da uno splash di Angostura o di Orange Bitter per esaltarne il gusto.

 

 

La London Wine Fair inaugura la London Wine Week, 18-24 maggio, un evento che per il secondo anno celebra la passione dei londinesi per il buon vino con pop-ups, tasting sessions, masterclasses, guided Wine-tours presso le migliori venues della capitale.

 

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Latest from Cultura e spettacolo

Go to Top