fatti di notizie

Matteo Renzi perde il primato: l’estone Taavi Roivas il premier più giovane

by

Nemmeno tre settimane. E’ durato così poco il primato europeo di Matteo Renzi, che, da oggi, non è più il premier più giovane d’Europa. A “bruciarlo” è Taavi Roivas nominato primo ministro dell’Estonia poco fa, che ha soli 34 anni. Rispetto a lui il leader del Pd, che l’11 gennaio ha compiuto 39 anni, è già “anzianotto”, anche se con Roivas resta l’unico sotto la soglia dei 40 anni. La salita al potere del “rottamatore” e l’esordio dei due ai vertici europei sta regalando protagonismo alla generazione dei nati negli anni Settanta. E’ quarantenne il presidente di Malta, Joseph Muscat, appena quarantenne: ha spento le 40 candeline il 22 gennaio scorso, ma sono considerati young-premier anche il primo ministro del Lussemburgo Xavier Bettel (nato il 3 marzo 1973), il romeno Victor Ponta (20 settembre 1972), il finlandese Jyriki Katainen (14 ottobre 1971), il ceco Bohuslav Sabotka (23 ottobre 1971) e la slovena Alenka Bratusek (31 marzo 1970). Sigmundur Gunnlaugsson, il premier islandese molto celebrato, è del marzo 1975. I nati negli anni Settanta superano per numero quelli del decennio precedente. La generazione dei nati negli anni Sessanta è capitanata da David Cameron, 47 anni compiuti a ottobre e dalla sua coetanea danese Helle Thoring Schmidt, nata il 14 dicembre 1966. La nomina di Taavi Roivas a capo della giovane repubblica di Estonia non era affatto prevista. Ex ministro degli Affari sociali, ha preso il posto di  Andrus Ansip, dimessosi a sorpresa il 4 marzo dopo nove anni come capo dell’esecutivo. Roivas è  considerato il pupillo di Ansip, ma il suo nome è apparso solo dopo il ritiro inaspettato della candidatura del ministro Siim Kallas, commissario europeo ed ex primo ministro. Il neo premier è sul podio dei capi di Stato anche al di fuori dall’Unione europea: «Mi aspetto che il nuovo governo mostri maggiore dinamismo sociale, con la volontà di ascoltare tutte le parti e sia pronto al compromesso» ha detto il presidente estone Toomas Hendrik Ilves, annunciando la scelta del giovanissimo premier. L’Italia, in compenso, resiste sull’età media dei ministri: è la più bassa tra i Paesi Ue.

 

Di Claudio Russo e Sacha Lunatici

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Latest from Politica

Go to Top